Home » L’anno nero dell’occupazione femminile: in Campania persi 42 mila posti di lavoro

L’anno nero dell’occupazione femminile: in Campania persi 42 mila posti di lavoro

Nel 2020 il boom dei licenziamenti dovuti alla crisi Covid ha colpito prevalentemente le donne, riportando i dati ai livelli del 2008. E il 73 per cento di quanti hanno lasciato l’impiego perché piegati dalla pandemia è rappresentato da mamme

Torna in alto