Home » Tampografia su plastica: cosa bisogna sapere

Tampografia su plastica: cosa bisogna sapere

La tampografia su plastica è un’operazione che richiede impegno e precisione. Tale intervento viene realizzato con l’ausilio di apposite stampanti tampografiche, da scegliere a seconda delle proprie necessità. Un’azienda di qualità deve saper offrire prodotti e servizi perfetti per ordini cospicui. Al contempo, è necessario dotarsi di una struttura consolidata, pronta a generare una stampa a tampone dalla qualità certificata.

Scopriamo insieme cos’è la tampografia e tutto ciò che bisogna sapere riguardo all’applicazione su plastica di una tecnica considerata sempre più importante. Una buona azienda con stampante monocolore (come Stamplastitalia) è in grado di completare ciascun processo in maniera ottimale e dare forma a lavori dalla bellezza senza confini.

Tampografia su plastica: di cosa si tratta

L’utilizzo della tampografia su plastica non può essere improvvisato. Si tratta di una procedura a umido che consente di effettuare la decorazione di elementi tridimensionali su una superficie in plastica. L’operazione viene compiuta con l’aiuto di un apposito tampone, utile per proiettare loghi, disegni e testo a bordo di una qualsiasi base, ovviamente sempre in plastica.

Il procedimento si apre con la creazione di un’immagine a due dimensioni, che grazie a un tampone in silicone viene trasferita presso un materiale tridimensionale. Tutto diventa ancora più semplice tramite l’uso di un buon inchiostro monocoprente, che deve aderire al meglio al supporto iniziale. Quindi, alcuni fattori possono determinare la durata di un’opera simile, come ad esempio eventuali situazioni chimiche e meccaniche.

Quali sono i punti di forza della stampante tampografica su plastica

Chi sceglie di affidarsi a questo sistema basato sulla tampografia lo fa con l’obiettivo di trarne alcuni benefici notevoli, capaci di durare nel tempo. In primo luogo, ci si può rendere conto di quanto una tecnica del genere favorisca una decorazione attenta e precisa di intere porzioni a tre dimensioni. Il tampone in silicone tende ad avvolgersi su se stesso durante ogni fase del trasferimento di un disegno o di un testo, senza che il risultato finale venga distorto in alcun modo.

Grazie all’aiuto di una buona stampante tampografica, ogni procedura può essere conclusa con successo. Una tecnica di questo tipo risulta più precisa e produttiva rispetto alla classica stampa serigrafica, sia per ciò che concerne la nitidezza, sia per quanto riguarda la definizione esatta del tratto. Ogni dettaglio può acquisire un alto grado di precisione, dando vita a una registrazione stretta dai molteplici colori. Inoltre, la tampografia può essere attuata anche mediante una tecnica all’insegna del bagnato sul bagnato.

L’importanza di un’azienda con stampante multicolore di alta qualità

Con le premesse menzionate, sapere cos’è la tampografia e come applicarla su varie tipologie di superfici in plastica può fare senz’altro la differenza in numerosi campi. Ogni realtà aziendale che vuole incrementare prestigio e visibilità ha l’opportunità di affidarsi a una tecnica di ultima generazione. In questo modo, realizzare modelli in plastica capaci di durare nel tempo può diventare un’occasione di pura soddisfazione.

In questo modo, è possibile usufruire di un sistema di tampografia su plastica che si adegui perfettamente a ogni contesto specifico. Non bisogna lasciare nulla al caso, operando seguendo un filo logico ben preciso. La procedura inizia scegliendo frasi e disegni da applicare sulla base prestabilita e prosegue con la sua applicazione. Ogni fattore può fare la differenza per dare forma a un prodotto che possa lasciare il pubblico a bocca aperta.

Giulia Rossi

Torna in alto