Home » Come iniziare ad utilizzare una fresa: guida alla fresatura per principianti

Come iniziare ad utilizzare una fresa: guida alla fresatura per principianti

Utilizzare una fresa non è facile, soprattutto per chi sta iniziando da poco, ma con una giusta guida si può tranquillamente imparare. Per chiunque voglia affinare le sue abilità nel fai da te, deve senza dubbio partire dalle basi. Innanzitutto è necessario sapere che cos’è una scanalatura, non è altro che una cavità creata con un utensile e la procedura per scavare questa scanalatura prende proprio il nome di fresatura.

Per iniziare, se non si ha molta manualità, è meglio scegliere dei materiali più facili da tagliare, i più acquistati sono il carbonio, il cartone, la plastica, i laminati, il plexiglass, la gomma, il truciolato e il compensato. Chiaramente per i più esperti, può essere anche scelto un legno duro.

Il tipo di scanalatura dipende anche dal lavoro che si deve fare, ad esempio possono essere piatte, a v, o arrotondate. Si potrebbero realizzare dei pratici intarsi nelle tavole di legno, ma anche sul piano di cucina. Un altro tipo di scanalatura sono la smussatura e la bisellatura.

Scegliere la fresa adatta

Ma quanto è importante scegliere accuratamente le frese per legno? Nonostante si è dei principianti è molto importante scegliere la fresa adatta e ne esistono diversi tipi sul mercato. Si potrebbe optare per una fresa diritta, ovvero che esegue delle scanalature che hanno un fondo piatto e diritto. Oppure una fresa raggiata che è più indicata nel caso in cui si devono fare delle bisellature. Quindi, i principali due tipi che si possono trovare sono questi.

Nel primo caso si tratta di un utensile che possiede un perso di guida ed è utilizzata principalmente quando si devono fare dei lavori di decorazione e infatti è quella più acquistata da chi è alle prime armi perché è molto facile da utilizzare.
Inoltre anche le punte devono essere prese in considerazione, perché ad esempio per realizzare una scanalatura a forma di V, bisogna acquistare una punta adatta, mentre una punta per la fresatura a chiavetta realizza dei fori molto più stretti.

Selezionare le migliori frese per il legno, una volta che si sanno queste piccole nozioni base, non resta altro che scegliere il prodotto più adeguato alle proprie esigenze per iniziare a scanalare cornici, quadri e molto altro.

Prendere tutte le precauzioni per sicurezza

Chiunque utilizzi una fresa, che si tratti di un principiante o un esperto, si devono prendere tutte le precauzioni del caso per sicurezza.
Prima di iniziare un nuovo progetto fai da te, vedremo quali sono tutti gli elementi che devono essere considerati per andare ad effettuare un lavoro sicuro.
Innanzitutto le mani devono essere protette e per questo esistono dei guanti appositi che sono realizzati con un materiale molto più doppio ed evita i piccoli tagli e le ferite provocate da residui dei materiali.
Anche gli occhiali o la maschera antipolvere sono essenziali quando si lavora con una fresa, perché permettono di proteggere gli occhi da trucioli di legno o di plastica.
Questo è sicuramente un aspetto molto importante che deve essere preso in considerazione prima di iniziare qualsiasi lavoro, se si vuole una sicurezza più elevata, si possono utilizzare anche delle cuffie isolanti.

Come mantenere una fresa per una fresatura perfetta

Ora che si sono prese tutte le giuste precauzioni e si sa che esistono diverse tipologie di fresa e di punte per la lavorazione, si può iniziare con il vero lavoro. Quando si accede l’apparecchio è sempre consigliabile tenerlo un po’ più inclinato, in molti si chiederanno perché? La maggior parte delle frese non taglia, questo perché la parte tagliente è situata al lato della punto.
Quando si mantiene l’utensile leggermente inclinato si favorisce meglio il taglio e scivolerà alla perfezione nel legno.
Dopo che si è creato un punto di partenza su qualsiasi materiale che si sta utilizzato, si può mettere la fresatrice diritta.
Anche la velocità è un elemento molto importante e quando la fresa diventa calda è meglio fermarsi ed effettuare una pausa. Bisogna sempre avanzare molto lentamente, soprattutto quando i materiali sono duri, oppure si sta effettuando una scanalatura sul plexiglass.
Infine, effettua una fresatura un po’ per volta, ovvero 3 mm di materiale per movimento.

Giulia Rossi

Torna in alto