L’uso del CBD contro insonnia e ansia

L’attenzione che negli ultimi anni l’olio di CBD ha iniziato ad attirare, principalmente è dovuta al fatto che questo prodotto, in base all’esperienza di chi lo ha provato, ma soprattutto degli studi effettuati in ambito clinico, si è rivelato un vero toccasana per stress e ansia.

Spesso se ne parla come se fosse la soluzione per tutti i mali, perché sembra avere ottime influenze sullo stress, l’ansia e per migliorare la condizione psicofisica generale. Per molti è anche una fonte di relax importantissima, oltre ad avere una funzione regolatrice per l’appetito, come potrai approfondire anche qui.

La così detta Cannabis Light, da cui si ricava l’olio di CBD con un procedimento particolare detto spremitura a freddo, ha il suo mercato principale proprio sul web, perché questo strumento consente di collegare i migliori produttori con i consumatori più attenti e con tutti coloro che sono alla ricerca di soluzioni alternative ai loro problemi.

Negli Stati Uniti l’industria del CBD o cannabidiolo è in ascesa continua e si prevede che nell’arco di 5 anni il volume di capitali interessati toccherà i 16 miliardi di dollari, a quanto risulta da una ricerca effettuata dal New York Times.

Non si deve assolutamente confondere il CBD con il THC, che invece in Italia resta illegale, perché si tratta di due principi attivi completamente differenti, seppur provenienti dalla stessa pianta. L’olio di cannabidiolo ha solo effetti rilassanti, mentre il tetraidrocannabinolo è psicoattivo.

I benefici del consumo cannabidiolo

La maggior parte delle persone che iniziano a fare uso di olio di CBD, si parla più o meno del 60% dei consumatori di questo prodotto, inizia a sperimentare l’olio per riuscire ad affrontare molti problemi legati a stress ed ansia.

Gli stessi che altrimenti li costringerebbero a fare uso di farmaci di sintesi, spesso con controindicazioni ben peggiori rispetto al problema da curare, sia dal punto di vista fisico che mentale, come dipendenze e bisogno costante di dosaggi più concentrati.

Lo stile di vita moderno non aiuta per niente chi è propenso a sviluppare stati di stress e angoscia, perché la pressione spesso risulta essere insostenibile e i ritmi a cui siamo costretti tutti i giorni impediscono al nostro organismo di recuperare le proprie forze e soprattutto di riorganizzarsi.

Le conseguenze sono disastrose, perché si va dalla perdita del sonno con difficoltà ad addormentarsi e frequenti risvegli notturni fino a stati di agitazione e insonnia croniche.

Per molte persone lo stress si manifesta anche con dolori che non si possono trattare con mezzi tradizionali perché la loro fonte non è legata a traumi ma ad una continua tensione.

Una riduzione dell’attenzione con conseguenze anche molto gravi dal punto di vista personale e professionale, in molti soggetti può essere messa in correlazione con i livelli di stress, che in casi particolarmente gravi conducono anche a situazioni di depressione profonda e senso di prostrazione.

Intervenire utilizzando prodotti a base di olio di CBD al momento sembra essere una delle soluzioni più efficaci. Infatti questa sostanza, che si ricava da particolari selezioni di cannabis, studiate appositamente da esperti canapai in sinergia con medici ed erboristi, in tantissimi casi ha prodotto cali significativi dei livelli di stress e il ritrovamento di un benessere psicofisico che sembrava ormai soltanto un sogno.

L’olio di CBD per contrastare lo stress

Assumere cannabidiolo abbatte in maniera drastica sin dalle prime volte i livelli di stress, aiutando anche a combattere le fonti che generano questo problema.

A seconda della gravità dello stato di stress è molto facile riuscire a regolare l’intensità dell’effetto del cannabidiolo, perché si usano concentrazioni differenti e modalità di assunzione che possono cambiare da una persona all’altra. Inoltre eccedere leggermente con le dosi non porta nessun tipo di controindicazione grave nota, solo più rilassamento.

Le concentrazioni più diffuse per l’olio di CBD estratto a freddo sono 5%, 15% e 25%. Per i livelli più bassi si ha un effetto di rilassamento generale, adatto per esempio per chi non deve affrontare situazioni particolarmente gravose e non si trova ancora nelle fasi più gravi del problema. Scegliendo invece concentrazioni più alte il benessere psicofisico e il senso di relax sono più rapidi e soprattutto più profondi.

L’uso di questa sostanza si è dimostrato utilissimo come coadiuvante per chi deve affrontare costantemente situazioni a rischio, perché consente di eliminare molto velocemente le sensazioni negative.

Agisce rilassando ma al tempo stesso consentendo un ottimo livello di lucidità, necessario per prendere in mano la situazione e cominciare a cambiare in profondità la propria vita.

Pretendere di utilizzare l’olio di CBD come se fosse un farmaco che risolve i problemi è sbagliato, perché questa sostanza si limita ad aiutare nel recupero dei livelli ottimali.

Però bisogna agire anche sul proprio stile di vita, approfittando del fatto che con fattori di stress che vengono ridimensionati dall’effetto dell’olio e con il rischio di ansia ridotto praticamente a zero, è più facile capire come reagire.

L’uso quotidiano del CBD, soprattutto sul lungo periodo, aiuta a creare le condizioni di base per poter lavorare su se stessi, evitando di lasciarci coinvolgere in maniera negativa dagli eventi della vita che possono capitare ogni giorno.

In condizioni ordinarie, infatti, molte persone non riescono a reagire per via dei troppi problemi che devono affrontare perché si trovano costantemente sommersi da situazioni che sono ben al di sopra della loro portata.

L’olio di CBD come coadiuvante

Molti psicoterapeuti utilizzano l’olio di CBD per aiutare i loro pazienti nel processo di miglioramento, ad esempio nel caso di forti accessi di ansia e attacchi di panico improvvisi. Questo perché è una sostanza che svolge una funzione di livellazione dei picchi, in particolare quelli di depressione profonda

Il cannabidiolo è stato utilizzato ad esempio nel caso di pazienti con stress post traumatico, perché il suo effetto calmante blocca alla base i meccanismi negativi costruiti dalla nostra mente che rischiano costantemente di vanificare tutto il lavoro che viene fatto nel corso delle terapie.

Si riportano ad esempio casi di persone ansiose che dopo l’uso di CBD hanno ricoperto il ruolo di relatori in pubblico e sono riusciti a mantenere perfettamente il controllo, nonostante fino a poco tempo prima, a causa di problemi personali e di stress non riuscissero a parlare di fronte ad una folla.

Come già accennato il CBD si estrae dalla cannabis, la stessa pianta da cui si ricava anche il THC. Grazie ad una selezione particolare, però, si è riusciti ad abbattere molto al di sotto dei livelli tossici la sostanza psicoattiva, favorendo invece l’espressione di questo olio curativo.

Si è scoperto che molti dei vantaggi che si diceva si potessero avere consumando i prodotti di cannabis erano in realtà legati proprio alla molecola di Cannabidiolo che per tanto tempo è rimasta in secondo piano a causa delle basse concentrazioni.

Stop ai disturbi del sonno con l’olio di CBD

Il CBD è importantissimo per combattere i disturbi del sonno legati allo stress moderno perché sempre più persone, soprattutto chi lavora al computer ma non solo, durante la notte non riesce più a riposare in maniera continuativa.

Molto spesso si presentano risvegli improvvisi che impediscono di riprendere i cicli naturali del sonno e che in tanti cercano di risolvere con sonniferi e farmaci.

Il problema è che i prodotti in commercio hanno delle controindicazioni che possono essere molto gravi e comportano anche un notevole calo delle prestazioni durante le fasi di veglia. Con il CBD, invece, non si hanno strascichi, perché la sostanza ha un comportamento più morbido e facilmente tollerabile dall’organismo.

Come tutti i prodotti di origine naturale ad essere importantissima è la filiera, Justbob.it negli anni si è dimostrato come uno dei migliori fornitori in Italia, perché garantisce che tutti i suoi prodotti sono derivanti da coltivazioni legali.

I prodotti rispettano le specifiche sia per quanto riguarda il tenore di CBD che i livelli di THC, per quest’ultimo molto al di sotto dei limiti legali, permettendo quindi un consumo sicuro di olio a scopo esclusivamente terapeutico.

administrator

Torna in alto