Come e cosa visitare in Campania con la barca

Ciò che rende unica la Campania è il suo perfetto mix fra bellezze storiche, artistiche ed architettoniche e le meraviglie naturali offerte dal paesaggio.

Il mare e le spiagge costituiscono, come è noto, uno dei punti d’attrazione più forti ed apprezzati di questa splendida regione del sud d’Italia, ecco perché visitarla in barca, soprattutto se si optasse per il noleggio, potrebbe essere una valida alternativa ai soliti mezzi.

Nello specifico, noleggiare una barca a Salerno, consente di godere della Campania da angolazioni insolite e di grande suggestione per un tour indimenticabile sotto ogni punto di vista.

Ecco le mete da visitare a bordo di una barca.

Salerno e il Cilento: tutto il fascino del Mediterraneo

La rinomata zona del Cilento, quella che si snoda intorno alla città di Salerno, offre al visitatore luoghi fortemente impregnati del fascino mediterraneo e scorci panoramici mozzafiato.

Oltre al centro storico di Salerno, ricco di arte e di cultura, vale certamente la pena dare un’occhiata ad alcune delle spiagge più belle della costa tirrenica: Palinuro, la Grotta Azzurra, Marinella, solo per citare qualcuna fra le più famose, lasciano senza fiato per la limpidezza del mare e la sofficità della sabbia dorata.

La costiera amalfitana: vera e propria perla del sud Italia

La costiera amalfitana non ha bisogno di presentazioni.

La bellezza e l’unicità di questo luogo che sembra incantato, la rendono addirittura patrimonio dell’umanità.

La barca consente di constatare meglio che con qualsiasi altro mezzo lo splendore del suo mare azzurro e cristallino e di far tappa nei suoi centri principali.

Da non perdere Amalfi con la sua imponente ed antica cattedrale e Positano con i suoi caratteristici vicoli e le tipiche costruzioni bianche.

Un vero e proprio tuffo nel cuore del Mediterraneo.

I colori della Penisola sorrentina

Oltre alla folcloristica e vivace Sorrento, la penisola sorrentina propone al turista due delle piccole isole più belle del mondo.

L’isola di Capri, nota anche per la mondanità e gli eventi che periodicamente è solita ospitare, si fregia di possedere vedute e particolarità che la rendono ineguagliabile.

I Faraglioni, la piccola piazzetta centrale, i Giardini di Augusto, il porticciolo e la villa di Tiberio, l’Imperatore romano che qui amava trascorrere lunghi soggiorni, sono solo alcune delle tappe da non perdere.

Non si può non menzionare Ischia caratterizzata da una natura rigogliosa che la sovrasta in ogni angolo fa sì che essa sia conosciuta come Isola Verde: chi ama i luoghi incontaminati la adorerà.

Infine, non possiamo non segnalare una piccola e deliziosa perla della Penisola sorrentina: Procida.

I colori, il folklore ed il paesaggio di questa minuscola isoletta conquistano anche il visitatore più esigente.

Napoli e il Golfo di Napoli

In questo toura bordo di una barca, non può mancare Napoli, alla cui vista dal mare regala un panorama di incanto che non ha paragoni nel mondo!

Che la città campana sia una delle più belle del pianeta è notorio, ma conoscerla cominciando dal suo celebre Golfo, utilizzando la barca per muoversi e spostarsi fra le acque che la lambiscono e che la rendono magica, rappresenta probabilmente il modo più suggestivo di viverla.

La città partenopea è eccezionale sia dal punto di vista naturalistico che sotto l’aspetto storico, artistico ed architettonico, quindi fate in modo di vedere almeno alcune delle tante chiese barocche che ne impreziosiscono il centro storico e non perdetevi Posillipo, che vi incanterà con le sue scogliere ed il mare blu.

Del resto, se si dice “vedi Napoli e poi muori” un motivo ci sarà!

Quando visitare la Campania in barca

La Campania gode di una posizione geografica privilegiata ed il clima mite rende piacevole visitarla in ogni periodo dell’anno.

Tuttavia, se si opta per un tour in barca, i mesi ideali sono certamente quelli che vanno da maggio ad ottobre, quindi dalla primavera inoltrata all’autunno, quando essa dà il meglio di sé da ogni punto di vista.

administrator

Torna in alto