Le lame a nastro per il legno per un lavoro di alta precisione

Le lame a nastro per legno permettono di effettuare lavorazioni che si fanno apprezzare soprattutto per la straordinaria precisione nel taglio. Questo è possibile non solo grazie alle competenze e alla professionalità dell’operatore ma anche e soprattutto in ragione delle caratteristiche dei dispositivi utilizzati. A tal proposito un aspetto essenziale è, per l’appunto, quello della scelta delle lame a nastro per il legno (segui i consigli di Crocoblade). Ci sono tantissime soluzioni che si diversificano per profilo dei denti, per il passo della lama e anche per i materiali utilizzati per la realizzazione. Si possono apprezzare differenze anche piuttosto marcate per quanto riguarda i costi ovviamente in funzione della qualità delle lame. Prodotti di maggior qualità sono sinonimo di maggior precisione nel taglio e una durata più longeva nel tempo. Infatti, utilizzare lame più economiche potrebbe apparire come un risparmio ma in realtà sarà controproducente in quanto non solo la lama potrebbe danneggiarsi immediatamente ma ci potrebbero essere importanti contraccolpi anche sulla qualità del lavoro eseguito con danneggiamenti del legno. Insomma, per eseguire un lavoro di alta precisione e poter disporre di un dispositivo da utilizzare con affidabilità nel tempo, è necessario scegliere delle lame a nastro per legno di qualità come quelle che vengono proposte ad un prezzo interessante da Crocobalde (https://www.crocoblade.com/lame-sega-nastro).

L’importanza di utilizzare le lame a nastro per il legno in maniera corretta

Molto spesso si crede, erroneamente, che acquistare lame a nastro per il legno di qualità sia sufficiente per ottenere realizzazioni ottimali e disporre di un dispositivo in grado di durare molto nel tempo. In realtà non è così in quanto molto dipenderà anche dalla capacità nell’utilizzare le lame in maniera corretta. Ad esempio, se si dispone di lame a nastro adatte per eseguire un determinato taglio non si può pensare di utilizzarlo per un altro taglio. In commercio è disponibile un’ampia gamma di lame che si diversificano prima di tutto per la tipologia di taglio e quindi anche per materiale. Utilizzare una lama che è stata pensata ed implementata per un altro taglio, non solo non permetterà di ottenere una lavorazione in linea con le aspettative del cliente ma soprattutto potrebbe danneggiare anche le lame stesse il che significa un ulteriore costo. Il consiglio è quello di acquistare una ampia gamma di lame a nastro per il legno in maniera tale da poter disporre del proprio laboratorio degli strumenti adatti per ogni richiesta ed esigenza.

Come preservare le lame dall’usura

Le lame che presentano una dentatura rovinata sono praticamente inutili e addirittura controproducenti perché potrebbero rovinare irrimediabilmente un determinato materiale come nel caso del legno. L’aspetto importante è quello, dunque, di utilizzare lame adatte per uno specifico taglio anche per prevenire eventuali danneggiamenti. L’aspetto essenziale dal quale bisogna partire è che i denti delle lame a nastro vengono sottoposte ad un certo impatto fisico nel momento in cui il dispositivo inizia ad effettuare il taglio mentre in seguito lo sforzo si stabilizza e dunque il rischio di danneggiamento si abbatte in maniera considerevole. Un operatore, dunque, se vuole preservare le performance delle proprie lame a nastro per il legno deve cercare di fare molta attenzione nella fase iniziale evitando un impatto troppo deciso e accompagnando, con la propria tecnica per ottenere la giusta inclinazione, il taglio. In questo modo si preserverà il profilo della dentatura e si avrà una ricaduta importante sia sui costi di manutenzione delle attrezzature per lavorare. Ne beneficerà anche il risultato finale che potrà essere in linea con le aspettative.

Giulia Rossi

Torna in alto